Autotrasportatori cechi contro le nuove regole proposte dalla Commissione Europea

07.06.2017
Autotrasportatori cechi contro le nuove regole proposte dalla Commissione Europea

Le società di autotrasporto ceche hanno reagito negativamente alle nuove regole proposte dalla Commissione Europea sui minimi salariali degli autisti.

Secondo la proposta pubblicata dalla Commissione Europea, i regolamenti sulle condizioni lavorative e salariali adottate dai singoli Paesi, scatterebbero per gli autisti dei camion solo qualora siano presenti nel dato Paese più di tre giorni al mese. Lo scontro riguarda soprattutto il salario minimo, che Francia e Germania voglio estendere anche agli autisti stranieri.

Le associazioni di categoria sono contro l'adozione del salario minimo tedesco o francese, ritengono, infatti, che la misura limiterebbe fortemente la libera circolazione dei servizi. Anche la nuova proposta dei tre giorni in un mese sembra agli autotrasportatori troppo rigida. In alcuni casi, secondo le imprese, sarebbe più conveniente tornare in Repubblica Ceca senza carico, piuttosto che pagare agli autisti il salario minimo tedesco o francese. «Questa misura non pone fine ai problemi a cui fanno fronte gli autotrasportatori cechi all'estero, e pertanto non ne siamo soddisfatti» ha ribadito il presidente della Camera di Commercio Ceca Vladimír Dlouhý.

 

Fonte: www.ceskenoviny.cz

 

Fonte fotografia: Pixabay 

Indietro...

Galleria

Download