Ricercatore italiano dell'Ospedale Sant'Anna di Brno ottiene un’importante sovvenzione

16.06.2017
Ricercatore italiano dell'Ospedale Sant'Anna di Brno ottiene un’importante sovvenzione

Il Centro di Medicina Traslazionale dell'Ospedale Sant'Anna di Brno, guidato dal ricercatore italiano Dr. Giancarlo Forte, ha ottenuto un importante finanziamento di ricerca di 177 milioni di corone dal Ministero dell'Istruzione ceco. 

Il dottor Forte e il suo team potranno così condurre, a Brno ricerche di importanza internazionale sui cambiamenti molecolari che intervengono nei processi d’invecchiamento. L'obiettivo è analizzare a fondo il decorso delle patologie legate alla senilità dal punto di vista dei cambiamenti molecolari e lo sviluppo di nuove sostanze farmaceutiche adeguate. «Vogliamo capire meglio le reazioni immunitarie e i cambiamenti del  metabolismo nei processi di invecchiamento» sottolinea il dottor Forte.

Nell'ambito del progetto di ricerca è arrivato a Brno un altro prestigioso ricercatore italiano, dr. Manlio Vinciguerra. Nella metropoli morava il dottor Vinciguerra guiderà un proprio team di ricercatori, che condurranno ricerche sull'epigenetica nel metabolismo e nei processi di invecchiamento. I due dottori, Forte e Vinciguerra, non sono tuttavia gli unici ricercatori italiani attivi nel Centro di Ricerche Cliniche dell'Ospedale Sant'Anna di Brno, di cui fa parte il Centro di Medicina Traslazionale.  Il Centro ricerche sugli animali della prestigiosa struttura è diretto dalla dr.ssa Viola Galligioni. Nell'organico del FNUSA-ICRC sono presenti inoltre altri tre ricercatori italiani senza incarichi dirigenziali.

Fonte: web.fnusa.cz

Didascallia immagine: Dr. Giancarlo Forte

Fonte immagine: FNUSA-ICRC

 

Indietro...

Galleria

Download