close

Login

Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca
  • cs
  • it

La crisi delle fonti rinnovabili verso la soluzione

29.11.2015

Nell'impasse sugli incentivi alle fonti rinnovabili si stanno cominciando a intravedere degli spazi di soluzione.

Venerdì 27 novembre il ministro dell'industria e del commercio Jan Mladek è volato a sorpresa a Bruxelles per incontrare il commissario alla libera concorrenza Margareth Verstager. Quest'ultima ha garantito al ministro che il processo di notificazione del sistema degli incentivi alle fonti rinnovabili dovrebbe concludersi tra febbraio e aprile 2016. La conclusione del procedimento è stata richiesta dall'Autorità per l'Energia (ERU) come condizione imprescindibile per pubblicare il Tariffario degli Incentivi per l'anno 2016.

Il ministro Mladek ha inoltre strappato a Bruxelles la promessa di una lettera di intenzioni, che dovrebbe assicurare il buon andamento del processo di notifica. Intanto, dopo l'incontro a tre tra il ministro Mladek, la presidente dell'autorità Vitaskova e il presidente Milos Zeman, si è ammorbidita anche la posizione dell'ERU. Quest'ultimo ha fatto sapere di accontentarsi di un impegno formale del governo, che dovrebbe essere preso a inizio dicembre, per la pubblicazione del Tariffario, che regola i circa 42 miliardi di corone di incentivi da erogare nel 2016.

Nella contesa si sono fatte sentire anche le associazioni di categoria, secondo cui l'ERU e la presidente Vitaskova, nota per le sue posizioni ostili agli incentivi alle rinnovabili, starebbero montando un caso senza fondamento. Secondo loro gli incentivi erogati su base della legge sulle fonti rinnovabili del 2005, che riguardano la stragrande maggioranza delle fonti installate, non avrebbero affatto bisogno della notifica della Commissione Europea.

 

Fonte: ekonomika.idnes.cz

Fonte fotografia: Archiv Vlady CR

Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin