close

Login

Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca
  • cs
  • it

60 milioni di euro all’anno per i vuoti a rendere in plastica

24.01.2019

Martedì 22 gennaio è stato presentato a Praga lo studio di fattibilità sull'introduzione del sistema di vuoti a rendere per le bottiglie di plastica e le lattine. Lo studio, elaborato da esperti internazionali, è stato promosso da Karlovarské minerální vody, socio Camic, assieme all'Istituto per l'economia circolare e l'Alta scuola di tecnologia chimica (VŠCHT).

Secondo lo studio, il sistema dei vuoti a rendere porterebbe a un aumento del riciclo delle bottiglie di plastica di circa il 40 percento. Il tasso di riciclaggio salirebbe a oltre il novanta percento, come in altri Paesi dove il sistema è già in vigore. Si prevede inoltre un crollo dell’abbandono di lattine e bottiglie in plastica nell’ambiente. Il nuovo sistema permetterebbe anche un aumento qualitativo del processo di riciclo: dalla plastica delle bottiglie si potrebbero ricavare altre bottiglie. Sul fronte finanziario, la gestione del sistema dovrebbe costare circa 57,5 milioni di euro all'anno, mentre i costi una tantum per la creazione del sistema vengono stimati in poco meno di cento milioni di euro.

Il costo per le imprese del settore beverage viene stimato in un centesimo a bottiglia. Il gruppo Karlovarské minerální vody si dice pronto a introdurre il sistema. «Solo il sistema dei vuoti a rendere permette un uso sostenibile della plastica, ossia un riciclo di qualità creando una bottiglia da un'altra bottiglia - sottolinea Alessandro Pasquale, direttore generale del gruppo - Siamo un'impresa ceca e crediamo nell'introduzione dei principi dell'economia circolare, che permetterebbe alla Repubblica Ceca di fare un balzo tra i primi paesi europei in questo settore». Più prudenti i diretti concorrenti del gruppo che temono un rialzo dei costi.

Fonte: www.zalohujme.czwww.kmv.cz

Fonte fotografia: Pixabay

Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin