close

Login

Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca
  • cs
  • it

Aggiornamento h. 9.00 – informazioni pratiche generali Covid-19

17.06.2021

In Repubblica Ceca

Per i servizi, gli esercizi o gli eventi ai cui clienti sono richiesti i certificati/test si intende garantito l'accesso a coloro che rispettano le condizioni del cosiddetto OTN (vaccinazione, test o guarigione), ossia:
- sono vaccinati (completamente o almeno dalla prima dose devono essere trascorsi 22 gg),
- o hanno un test negativo (72h antigenico, 7 gg PCR)
- oppure hanno un certificato di avvenuta guarigione dal Covid-19 (dal primo test positivo PCR o antigenico non sono passati più di 180 gg).

La conferma dell'esito negativo del test antigenico può essere presentata tramite conferma del datore di lavoro o della scuola, autocertificazione, certificato di un centro prelievi accreditato.

E' valido:

  • Aperti i negozi con obbligo di 1 persona ogni 15m2
  • Déhor e spazi interni dei ristoranti: max. 4 persone a tavolo (escl. membri stesso nucleo familiare che abitano insieme), i clienti devono rispettare le condizioni del cosiddetto OTN (vedi sopra).
  • Eventi culturali - possibile ospitare fino al 50% della capacità: all'aperto – è possibile organizzare eventi culturali all'aperto per max. 2000 partecipanti a condizione che gli avventori rispettino il cosiddetto OTN (vedi sopra). Altra condizione è l'uso delle mascherine "respiratori" (FFP2 o superiore). Sono aperti anche gli spazi interni per gli eventi culturali con limite max. di 1000 persone, con obbligo di mascherine FFP2 o superiore, certificato di avvenuta guarigione Covid-19, vaccinazione o test.
  • Eventi privati e pubblici, max. 200 persone all'interno e 500 persone all'esterno secondo le condizioni del cosiddetto OTN (vedi sopra).
  • Hotel e pensioni possono ospitare i clienti anche per altri scopi oltre ai motivi di lavoro. I clienti devono però rispettare le condizioni del cosiddetto OTN (vedi sopra). I ristoranti all'interno delle strutture di alloggio possono servire solo i clienti della struttura ricettiva. E' tuttavia ancora valido il divieto di ingresso in RC agli stranieri per scopi di turismo, secondo l'ordinanza del Min. della Salute della RC per cui gli ingressi sono concessi solo per  emergenze e motivi inderogabili (per es. lavoro, salute), esclusi i Paesi limitrofi con in quali sono stati siglati degli accordi bilaterali (turismo incoming in RC solo per i vaccinati in Ungheria, Germania, Polonia, Austria, Slovacchia, Slovenia e Croazia senza limitazioni dopo la prima dose di vaccinazione, a patto che siano trascorsi almeno 22 dall'inoculazione della prima dose).
  • Aperti zoo e giardini botanici (al 50% capacità)
  • Aperte anche piscine artificiali, saune e spa. Sono applicati limiti di capacità e condizioni specifiche per l'ingresso.
  • Club e discoteche aperti con restrizioni non solo all'interno della struttura, ma anche per l'ingresso.

Tutte le regole da rispettare per clienti e ciascun esercizio e attività qui in dettaglio anche in inglese: https://covid.gov.cz/en/situations

 

Dal 1° luglio decade l'obbligo di screening periodico con test nei luoghi di lavoro, per lavoratori autonomi e nelle scuole.

 

Obbligatorio indossare mascherine "respiratori" nei mezzi pubblici, alle fermate, nei negozi e negli esercizi che forniscono servizi.

  • Un respiratore (=mascherina FFP2 o livello superiore) obbligatoria anche negli edifici o all'esterno (anche in tutti i centri abitati, ove non sia rispettata la distanza di 2 metri).
  • Eccezione all'uso della mascherina per i bambini che non hanno iniziato la fequenza scolastica obbligatoria e per i bambini nelle scuole delle regioni in cui l'indice di rischio è sotto il 25.
  • Nei luoghi di lavoro la mascherina non è obligatoria nel momento in cui non sono presenti altre persone oltre i colleghi (valido solo per le regioni in cui l'indice di rischio è sotto il 25).

Maggiori informazioni sulle mascherine quando e dove sono obbligatorie: QUI

 

  • Il periodo di quarantena è ristabilito a 14 giorni.
    Ciò vale anche se si è venuti in contatto con una persona positiva. Per questa condizione è inoltre è in vigore l'obbligo di avere un test PCR con esito negativo e senza sintomi.
    Le persone asintomatiche guarite dal Covid-19 da non più di 90 giorni non dovranno andare in isolamento. Queste persone non dovranno nemmeno essere messe in quarantena, e con loro le persone che si sono sottoposte a una vaccinazione completa da almeno 14 giorni.
    Le persone che hanno avuto contatto con le mutazioni pericolose della malattia COVID-19 sono tenute a sottoporsi ad una quarantena di 14 giorni e concluderla con un PCR test con esito negativo (la misura riguarda la mutazione sudafricana, brasiliana e indiana).
    Maggiori informazioni nel comunicato stampa del governo ceco.

Elenco dei punti disponibili per effettuare il test tampone a Praga: https://covid.praha.eu/

 

Il governo della RC ha stabilito che la Repubblica Ceca si riaprirà dal 21 giugno ai turisti provenienti dall’Unione Europea a condizione che abbiano un test PCR o antigenico negativo o il certificato di essere guariti da non più di 180 giorni dalla malattia covid-19 o di aver ricevuto da almeno 22 giorni la prima dose del vaccino, più info:https://www.camic.cz/it/news/nuove-regole-per-i-viaggi-daper-la-repubblica-ceca-e-daper-italia/

 

In Italia

In Italia è attivo lo stato di emergenza fino al 31 luglio 2021.

E' obbligatorio indossare la mascherina anche all'aperto e in tutti i luoghi chiusi ad esclusione della propria abitazione. La mascherina va sempre portata con sè.

COME CI SI SPOSTA IN ITALIA?  

In Italia sono in vigore limitazioni agli spostamenti tra comuni e regioni, informatevi prima del vostro viaggio qui 

Ogni regione è stata divisa in base all’indice di rischio (molto alto – rosso, arancione, giallo, bianco – rischio ridotto).

Il pass (certificazione verde) necessario per gli spostamenti per Regioni arancioni e rosse si ottiene con:

  1.  la vaccinazione = validità certificazione 6 mesi
  2.  l’avvenuta guarigione da Covid-19 = validità certificazione 6 mesi
  3.  tampone molecolare o test rapido con esito negativo nelle ultime 48 ore = validità certificato 48 h

I pass vaccinali rilasciati in ambito Ue sono validi in Italia.

La certificazione può essere in formato cartaceo o digitale e viene rilasciata dal medico curante, dalle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate, farmacie, medici di medicina generale o pediatri.

La dichiarazione mendace o l'uso di certificazioni falsificate comporta sanzioni aumentate di un terzo fino anche al carcere secondo gli art. 476, 477, 479, 480, 481, 482, 489 del codice penale, anche se relativi ai documenti informatici di cui all'articolo 491 bis.
Maggiori informazioni sulla CERTIFICAZIONE VERDE e sulle riaperture e spostamenti in Italia:  https://www.governo.it/sites/governo.it/files/DecretoRiaperture_20210421.pdf

 

Fonte: Camic

Fonte fotografia: Pixabay

Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin