close

Login

Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca
  • cs
  • it

REGOLE PER I VIAGGI da/per la Repubblica Ceca e da/per Italia e il sistema del “semaforo”

17.09.2021

Ingresso in Repubblica Ceca:

L'Italia è stata inserita nella lista dei Paesi con medio rischio (in ARANCIONE) secondo il sistema del semaforo in vigore in Repubblica Ceca.

Sulla base degli aggiornamenti della mappa del rischio sono individuati 4 colori: verde (rischio basso), arancione (medio), rosso (alto) e rosso scuro (molto elevato).

I viaggiatori provenienti dall'Italia, che non sono stati in altri Paesi considerati a rischio nei 14gg precedenti l'ingresso, possono entrare in Repubblica Ceca alle seguenti condizioni:

1. I viaggiatori dai Paesi segnalati in arancione ( come l'Italia) dovranno compilare il modulo elettronico prima dell’arrivo in Rep.Ceca. Questa regola è obbligatoria per tutti. La conferma di compilazione deve essere portata con sè ed esibita in caso di controllo.

2. Le persone che al momento dell’arrivo non avranno completato da almeno 14 giorni il ciclo vaccinale contro il covid-19, dovranno presentare il risultato di un test negativo (tampone antigenico non più vecchio di 48h dall'ora in cui è stato effettuato il test, PCR non più vecchio di 72h dall'ora in cui è stato effettuato il test).

Eccezioni al test si possono applicare a:

a) persone in possesso di un certificato vaccinale nazionale emesso da uno Stato EU = la vaccinazione è da intendersi COMPLETA + che siano trascorsi almeno 14 giorni dalla seconda dose
b) cittadini della RC e EU con permesso di soggiono in RC (emesso dalla RC) che sono stati vaccinati e sono in possesso di un certificato nazionale di avvenuta vaccinazione = la vaccinazione è da intendersi COMPLETA + che siano trascorsi almeno 14 giorni dalla seconda dose
c) persone che sono guarite dal Covid e sono in possesso di un certificato di guarigione (almeno in lingua inglese) = dal primo test PCR positivo che ha accertato la presenza del Covid siano trascorsi almeno 11 giorni e non più di 180gg

Queste regole si applicano alle persone che non presentano i sintomi della malattia.

I certificati emessi in EU (per vaccinazione, test o guarigione) si dimostrano tramite il Certificato Digitale Covid EU (in ita. conosciuto anche come certificazione verde).

L'Ambasciata d'Italia a Praga inoltre riporta quiLe Autorità ceche prevedono la possibilità di effettuare il tampone entro 5 giorni dall’arrivo, ma si sconsiglia di seguire questa procedura, perché molto spesso le compagnie aeree richiedono comunque il tampone per consentire l’imbarco. Inoltre, effettuare il tampone in Repubblica ceca potrebbe essere molto più caro che in Italia.
Il Ministero della Salute della RC inoltre riporta che fino al momento della ricezione del risultato del test non è obbligatorio stare in autoisolamento.

La compilazione del modulo elettronico di ingresso e l'obbligo del test prima o dopo l'ingresso in RC non si applicano alle persone in transito non superiore a 12h attraverso la Rep.Ceca per transiti su strada e che non stiano viaggiando da Paesi identificati come estremamente a rischio (in nero nella mappa del rischio stilata dalla RC), o alle persone che viaggiano su strada (non per via aerea) da/verso la RC per un periodo inferiore alle 12h o alle persone in caso in di viaggi da/verso i territori direttamente confinanti per un periodo inferiore alle 24h, a meno che non si tratti di viaggi con Paesi con alto o estremo rischio di contagio (in rosso scuro e nero nella mappa del rischio stilata dalla RC).

I dipendenti e gli studenti in RC hanno l'obbligo di informare il proprio datore di lavoro e la scuola dei viaggi superiore a 12h (e di 24h nei Paesi confinanti) verso i Paesi con basso o medio rischio ( in verde e in arancione nella mappa del rischio della RC). In caso in cui il test sia effettuato al ritorno/ingresso nel territorio della RC fino alla ricezione del risultato è obbligatorio indossare la mascherina FFP2 o superiore nel luogo di lavoro/scuola.

I bambini entro i 6 anni non hanno l'obbligo di compilare il modulo elettronico per l'ingresso o di effettuare il test PCR.

Prima di recarsi all'estero si consiglia di verificare preventivamente anche le condizioni di trasporto attualmente in vigore direttamente con il vettore di trasporto pubblico scelto per il viaggio (aereo, autobus, treno, ecc.). Non si può escludere che i singoli vettori richiedano ai passeggeri di pre-registrarsi elettronicamente prima di iniziare il viaggio, nonché un test negativo per Covid-19, il Certifcato Digital Pass EU o altre condizioni. Si consiglia di controllare anche le disposizioni richieste dai gestori degli alberghi, dei ristoranti e gli organizzatori degli eventi sulle eventuali misure anti-covid adottate in un determinato Paese. Più info sulle misure in vigore in RC qui

 

Come ottenere il Digital Certificate Covid EU:

in Rep.Ceca:  https://ocko.uzis.cz/

in Italia: https://www.dgc.gov.it/web/

I certificati vengono emessi dagli organi competenti nazionali. Per es. possono essere emessi da ospedali, centri di prelievo test o strutture sanitarie abilitate.

La normativa completa (in ceco) è disponibile qui: www.mzcr.cz

Più info qui: www.vlada.cz

 

 

NUOVA MAPPA DEL SEMAFORO : koronavirus.mzcr.cz 

Mappa del rischio per l'ingresso in RC  dal 13.9. e dal 20.9.

 

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante mappa e il seguente testo "PLATNOST OD 13. 2021 Cestovatelská mapa Ministerstvo vo zahraničních vecí České republiky NÍZKÉ RIZIKO STREDNÍ RIZIKO VYSOKÉ RIZIKO VELMI VYSOKÉ RIZIKO *POZOR! Každá zemé má vlastní pravidla pro vstup na své území. Uvedené informace týkají pouze vstupu na území CR."Immagine

 Riassunto per gli ingressi in RC sulla base dei diversi colori individuati dalla RC per cittadini RC ed EU+ e stranieri con permesso di soggiorno in RC del Ministero degli Interni della RC (per una migliore risoluzione cliccare QUI)

Ingresso in Italia:

Chi entra o rientra in Italia, in provenienza dalla Repubblica Ceca, non è più sottoposto a quarantena.

DEVE:

1. compilare il Passenger Locator Form digitale Europeo https://app.euplf.eu/#/.
Soltanto in caso di impedimenti tecnologici, che rendano impossibile la compilazione elettronica, si può utilizzare il modello cartaceo di autodichiarazione https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2021/05/modulo_rientro_sintetico_14_maggio.pdf, da portare con sé durante il viaggio ed esibire prima dell’imbarco o in caso di controlli alla frontiera e sul territorio;

2. Essere in possesso di un Certificato Digitale UE, attestante una delle tre condizioni sotto elencate:

-avvenuta vaccinazione, con completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni – ATTENZIONE: L'Italia riconosce solo la vaccinazione completa (= entrambe le dosi in caso di vaccino a due dosi, chi non rientra in questa casistica può sfruttare una delle due opzioni sotto)
oppure
- avvenuta guarigione dal Covid negli ultimi 6 mesi
oppure
- esito negativo di un test molecolare nasale (PCR) o antigenico, effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso in territorio italiano.

 

Il Certificato Digitale UE può essere esibito in formato digitale o cartaceo.

La procedura sopra descritta è prevista indipendentemente dalla cittadinanza, dalle motivazioni e dalla durata del viaggio o del mero transito dall’estero. I bambini di età inferiore ai 6 anni non devono effettuare il test.

In Repubblica ceca il Certificato Digitale UE per il test, vaccinazione e il certificato di guarigione, può essere scaricato dal portale https://ocko.uzis.cz/.

In Italia con il Certificato Digitale EU si può attestare la vaccinazione, la guarigione o il possesso di un test così come con la Certificazione verde: https://www.dgc.gov.it/web/ (sono segnalati probabili ritardi per l'emissione dei certificati vaccinali italiani a causa della piattaforma).

Come funziona il nuovo dPLF Passenger Locator Form digitale e come si compila?
  • collegarsi al sito: https://app.euplf.eu/#/ 
  • seguire la procedura guidata per accedere al dPLF
  • scegliere “Italia” come Paese di destinazione
  • registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • confermare l’account tramite il link arrivato all’indirizzo email indicato (è necessario farlo solo la prima volta)
  • compilare ed inviare il dPLF seguendo la procedura guidata

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà all'indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione, il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco. In alternativa, il passeggero potrà stampare una copia del dPLF da mostrare all’imbarco.

Il dPLF andrà inviato obbligatoriamente prima dell’imbarco. Sarà comunque sempre modificabile il campo relativo al numero di posto assegnato sul volo.

È necessario compilare un modulo per ciascun passeggero adulto; in caso di presenza di minori quest’ultimi potranno essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In caso di minori non accompagnati, il dPLF dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza.

La compilazione del modulo digitale, sostituisce la dichiarazione di cui all'art. 50, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021. In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceoSi precisa che l’autodichiarazione resa alla Polizia di Frontiera dovrà sempre essere esibita in versione cartacea.

 

Nel caso in cui  non sia possibile presentare la Certificazione verde Covid-19, è comunque possibile entrare in Italia, a condizione di:

  • Sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci (10) giorni, presso l’abitazione o la dimora, informando il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio;
  • Effettare un test molecolare o antigenico al termine dell’isolamento fiduciario.

 

DUBBI? Consigliamo di compilare anche il questionario della Farnesina per conoscere la disposizioni per la propria situazione concreta: COMPILA IL QUESTIONARIO QUI

Il questionario ha carattere meramente informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia né nel Paese di destinazione. Tuttavia, consente di conoscere caso per caso gli adempimenti previsti per il rientro in Italia dal Paese di provenienza.

 

Eccezioni al tampone, ma resta OBBLIGATORIO presentare il formulario digitale di localizzazione o, se impossibilitati, dell’autocertificazione, , per esempio:

a) a chiunque (indipendentemente dalla nazionalità) fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario;

b) a chiunque (indipendentemente dalla nazionalità) transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a 36 ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario;

Tutta la casistica delle eccezioni qui.

 

Maggiori informazioni: sul sito della Farnesina e sul sito dell'Ambasciata della Repubblica Ceca a Roma.

Elenco numeri utili ASL regionali: http://www.salute.gov.it

 

Dal venerdì 6 agosto 2021: Certificazione verde  dal venerdì 6 agosto 2021, il Green Pass è obbligatorio per usufruire di una serie di servizi e di attività, tra le quali mangiare al ristorante al chiuso, partecipare ad eventi sportivi e culturali, sagre, andare in palestra o al cinema.

 

In caso di ulteriori dubbi, per il rientro in Italia si raccomanda di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l’Azienda Sanitaria competente per territorio.

Ulteriori registrazioni regionali per gli ingressi

 

Alto Adige / Sudtirol : Registrazione dell'arrivo https://siag.limequery.org/483785 (italiano o tedesco)
Info: https://www.suedtirol.info/en/information/coronavirus

Trentino: Registrazione dell'arrivo www.trentinomarketing.org/documenti/Trentino-Suite/trentino-restart/protocolli-pat/modulo_ingresso_da_estero_editabile_en.pdf (inglese)
Info: www.visittrentino.info/en/articles/practical-info/coronavirus-info

Puglia: Registrazione dell'arrivo https://limesurvey.istsvc.regione.puglia.it/index.php/119341?lang=it
Info: www.agenziapugliapromozione.it/portal/documents/10180/180405/Coronavirus%20Emergency%20Puglia

Marche: soggiorni cittadini esteri  https://serviziweb.asur.marche.it/soggiorni/, modulo per italiani in rientro dall'estero https://serviziweb.asur.marche.it/rientri/

Emilia Romagna: https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/ReportERHome/dafne/forms/rientro-estero

Abruzzo: https://www.regione.abruzzo.it/content/come-segnalare-il-proprio-ingresso-abruzzo

Toscana: se non si ha il Digital Covid Certificate EU allora si deve compilare anche: https://www.regione.toscana.it/-/ingressi-in-italia-dall-estero

 

 

COME CI SI SPOSTA IN ITALIA?  = PASS, CERTIFICAZIONE VERDE

ATTENZIONE: In Italia sono in vigore limitazioni agli spostamenti tra comuni e regioni, informatevi prima del vostro viaggio qui 

Ogni regione è stata divisa in base all’indice di rischio (molto alto – rosso, arancione, giallo, bianco – rischio ridotto).

La certificazione verde o Certificato Digitale UE, oltre che per l'ingresso nel Paese, è necessaria anche per gli spostamenti per Regioni arancioni e rosse e dal 6 agosto è obbligatoria anche per l'accesso ad alcuni luoghi come interno ristoranti, cinema, teatri, discoteche, piscine, eventi e servizi, e si ottiene con:

  1.  la vaccinazione = validità certificazione 9 mesi*
  2.  l’avvenuta guarigione da Covid-19 = validità certificazione 6 mesi
  3.  tampone molecolare o test rapido con esito negativo nelle ultime 48 ore = validità certificato 48 h

*solo per l'accesso ad alcuni esercizi in Italia è sufficiente la prima dose, controllate le condizioni qui.

La certificazione può essere in formato cartaceo o digitale e viene rilasciata dal medico curante, dalle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate, farmacie, medici di medicina generale o pediatri.

La dichiarazione mendace o l'uso di certificazioni falsificate comporta sanzioni aumentate di un terzo fino anche al carcere secondo gli art. 476, 477, 479, 480, 481, 482, 489 del codice penale, anche se relativi ai documenti informatici di cui all'articolo 491 bis.
Maggiori informazioni sulla CERTIFICAZIONE VERDE e sulle riaperture e spostamenti in Italia:  https://www.governo.it/sites/governo.it/files/DecretoRiaperture_20210421.pdf

Maggiori informazioni sulle regole e sul colore delle regioni qui e qui.

 

Si raccomanda di consultare sempre la Scheda del Paese di interesse su ViaggiareSicuri, per verificare eventuali restrizioni all’ingresso da parte delle Autorità locali.

 

VACANZE IN ITALIA? L'ENIT (ENTE NAZIONALE DEL TURISMO IN ITALIA) ha preparato qui una scheda di sintesi per i turisti: http://www.italia.it/it/info-utili-e-faq/aggiornamenti-covid-19-informazioni-utili-per-i-turisti.html

 

Cosa fare se compaiono sintomi compatibili con COVID-19 mentre si è in Italia:

  • Avvertire immediatamente il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL)

a) tramite il personale delle strutture ricettive, che è tenuto a favorire l’accesso ai servizi sanitari;

b) chiamando il numero verde di prevenzione regionale della ASL di competenza, i cui numeri possono essere rintracciati sul sito del Ministero della Salute

  • In caso di sintomi gravi contattare il numero di emergenza nazionale 112.
  • Evitare di recarsi direttamente al Pronto Soccorso.
  • Elenco delle ASL regionali e contatti utili: http://www.salute.gov.it

 

Ci sono Paesi dai quali l’ingresso in Italia è vietato?

Sì. L'elenco dei Paesi con restrizioni è disponibile qui: www.viaggiaresicuri.it

Per maggiori dettagli e per le eccezioni relative alle disposizioni qui sopra si faccia riferimento a: www.esteri.it

Maggiori informazioni sui siti del Ministero degli Interni della RC e Ministero degli Affari Esteri della RC.

 

 

____________________________________________________________________________________________

Germania  

A partire da domenica 1° agosto, chiunque entri in Germania indipendentemente dal Paese di provenienza e dal mezzo di trasporto utilizzato, deve disporre, PRIMA dell'ingresso o dell'imbarco, di una documentazione che dimostri di essere vaccinato, guarito o di esser risultato negativo ad un tampone antigenico o molecolare (salvo limitatissime eccezioni previste dalla normativa). Tale obbligo non vale per i bambini sotto i 12  anni. Se si è stati nei 10gg precedenti o si proviene da Paesi ad altissimo rischio è inoltre obbligatorio compilare il modulo di registrazione online prima dell'ingresso (Italia e RC non sono considerate aree ad altissimo rischio). 
Chiunque entri in Germania per via aerea, indipendentemente dal Paese di provenienza, deve disporre, PRIMA dell'imbarco, di una documentazione che dimostri di essere vaccinato, guarito o di esser risultato negativo ad un tampone antigenico o molecolare (salvo limitatissime eccezioni previste dalla normativa), così come chi entra in Germania da Paesi considerati a rischio procede così:

devono segnalare il proprio ingresso registrandosi online sul portale https://www.einreiseanmeldung.de e disporre di una documentazione che dimostri la vaccinazione, la guarigione o l'esito negativo di un tampone (fatto nelle 48 ore precedenti se antigenico, nelle 72 ore precedenti se PCR).
In generale è previsto anche l'obbligo di quarantena per 10 giorni, ma tale periodo di isolamento può essere evitato (o interrotto), inviando alle competenti Autorità tedesche tramite il sopra citato portale online la documentazione che provi la vaccinazione, la guarigione o il test negativo.

 

Per la normativa tedesca, si considera:

  • vaccinato: chiunque abbia completato da almeno 14 giorni il ciclo vaccinale (una o due dosi a seconda del tipo di vaccino; comunque una sola dose per chi sia già stato malato di Covid);
  • guarito: chiunque sia risultato positivo al Covid 19 non meno di 28 giorni e non più di 6 mesi prima;
  • "testato negativo": chiunque sia risultato negativo ad un tampone molecolare (PCR) o antigenico (nelle ultime 72 ore se PCR; nelle ultime 48 ore se antigenico); nel caso degli ingressi da aree a rischio varianti, l'antigenico deve essere effettuato nelle 24 ore precedenti l'arrivo in Germania.

La documentazione sulla vaccinazione, la guarigione o l'esito del tampone può essere scritta in italiano (oltre che in tedesco, inglese, francese e spagnolo).

Eccezioni all'obbligo di registrazione al portale digitale tedesco e quarantena per persone provenienti da paesi a rischio "normale": 

  • persone che hanno solo transitato in un Paese a rischio, in cui non hanno effettuato soste (lo scalo aereo non è compreso per questa esenzione)
  • persone che in Germania entrano solo per lo scopo di TRANSITARE e che lasciano il Paese nel minor tempo possibile con il tragitto più breve,
  • persone che in Germania si recano per motivi di lavoro, che trasportano persone, merci attraverso il confine su strada, ferrovia o aereo (in caso di soggiorno inferiore a 72 ore e nel rispetto delle misure di protezione e igiene in DE)
  • per soggiorni non superiori a 72 ore (e sempre che non siano state in aree a rischio varianti), persone che fanno ingresso in Germania per far visita a parenti di primo grado (o partner non conviventi).

Tutte le eccezioni all'obbligo di test si applicano solo se la persona non presenta sintomi tipici dell'infezione da coronavirus SARS-CoV-2, come tosse, febbre, rinite o perdita dell'olfatto o del gusto.

Attenzione: nel caso in cui le persone che viaggiano dalla Repubblica Ceca alla Germania utilizzino i servizi di un vettore di trasporto pubblico (es. treno, autobus, aereo) devono soddisfare anche le condizioni e disposizioni igieniche richieste dal vettore.

Per maggiori informazioni: https://ambberlino.esteri.it/ambasciata_berlino/it/in_linea_con_utente/covid-19/emergenza-coronavirus-difficolta.html

Maggiori info: https://www.mzv.cz/berlin

 

____________________________________________________________________________________________

Austria

DAL 15 AGOSTO 2021 i certificati di avvenuta vaccinazione saranno considerati validi solo a ciclo vaccinale completato (p.es 2 dosi di Biontech/Pfizer, Moderna o AstraZeneca; 1 dose di Johnson & Johnson)

DAL 13 AGOSTO : è necessario il "passaporto verde/Covid EU Certificate" per entrare nei ristoranti, bar, hotel, eventi, etc...

 

E' possibile entrare in Austria dai Paesi a basso rischio di infezione (per es. ITALIA e RC) senza obbligo di quarantena e con:

  • certificato, sempre in lingua inglese o tedesca attestante l’avvenuta vaccinazione al Covid 19. A tal fine, vengono considerati validi i vaccini autorizzati dall’EMA (Agenzia Europea del Farmaco) oppure elencati nell’Emergeny Use List dell’OMS). Il vaccino deve essere completo, quindi con entrambe le dosi inoculate in caso di vaccino con doppia dose. La validità del certificato vaccinale è stabilita a 360gg. L'Austria riconosce anche il certificato europeo EU Digital Covid Certificate per es. emesso in lingua inglese e ceca, che i vaccinati in Rep.Ceca possono scaricare qui: https://ocko.uzis.cz/ o in lingua italiana ed inglese che i vaccinati in Italia trovano qui: https://www.dgc.gov.it/web/
    • in caso di vaccino monodose, la validità decorre dal 22° giorno dall'inoculazione fino a 270gg
  • oppure, certificato, sempre in lingua inglese o tedesca, attestante la guarigione da un’infezione Covid 19 contratta negli ultimi 6 mesi (tedesco: qui, inglese: qui)
  • oppure un test negativo PCR/antigenico (PCR < 72 ore; antigenico <48 ore).

Inoltre, chi è stato esclusivamente in Austria o in uno dei Paesi elencati come a basso rischio (come Italia e Rep.Ceca) nei 10 giorni precedenti l’ingresso in Austria non è più tenuto alla pre-registrazione on line. 

Il possesso di test o di certificato di guarigione o di vaccinazione nei termini sopra indicati esonera dalla quarantena, a condizione che si sia stati esclusivamente in Austria o un uno dei Paesi elencati qui nei 10 giorni precedenti (altrimenti la quarantena va fatta ed è ancora tenuto alla pre-registrazione on line, al sito https://entry.ptc.gv.at/, da effettuare nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel Paese).

 

Austria - Transito:

Confine RC-Austria transito:
- Non è richiesto un test a chi transita senza soste attraverso l'Austria
, per es. chi è diretto tramite l'Austria verso l'Italia, se è garantita l'uscita dal Paese. Non è richiesta la registrazione online.
- Coloro che atterrano all'aeroporto SCHWECHAT,  sono obbligati a lasciare immediatamente l'Austria e recarsi senza soste in Repubblica Ceca. A queste condizioni non è loro richiesto il test PCR, nè è imposta la quarantena.
- A coloro che si recano via terra dalla RC all'aeroporto di Vienna per lasciare il Paese o per venire a prendere un parente che atterra all'aeroporto non è richiesto il test a condizione che il viaggio verso/e dall'aeroporto alla RC sia effettuato senza soste.

Per maggiori informazioni: ambvienna.esteri.it

 

____________________________________________________________________________________________

Slovacchia 

Per tutte le persone con più di 12 anni, ed eccezione dei casi di transito, è obbligatorio registrarsi sul sito https://korona.gov.sk/ehranica/.

Per entrare in Slovacchia é richiesta la vaccinazione completa.  Per gli altri : è fatto obbligo di quarantena presso la propria abitazione, che termina dopo un decorso senza sintomi di 14gg oppure con un risultato di un test PCR negativo effettuato dopo il 5° giorno di isolamento fiduciario.

Dall'9.9.2021 ai bambini entro i 12 anni si applicano le stesse regole in vigore per i membri della unità abitativa in cui vivono, per i bambini 12-18 anni sono in vigore le stessse regole come per gli adulti.

Eccezioni dall'obbligo di quarantena:

  • persone completamente vaccinate (necessario dimostrarlo con un certificazione o il Digital Certificate Covid EU), per cui si intende:
    • in caso di schema vaccinale a due dosi: devono essere trascorsi almeno 14 gg – ma non più di 12 mesi dall'applicazione della seconda dose
    • in caso di schema vaccinale monodose: devono essere trascorsi almeno 21 gg – ma non più di 12 mesi dall'applicazione del vaccino

Elenco di centri dove poter fare i test qui e quio eventualmente su alcuni portali cittadini di alcune città slovacche.

Eccezioni previste per i lavoratori pendolari, studenti.

TRANSITO:

Il transito è consentito senza test, a condizione che sia un passaggio per non più di 8 ore senza soste, ad eccezione del rifornimento.

Maggiori informazioni sul sito dell'Ambasciata ceca a Bratislava:  https://www.mzv.cz/bratislava/cz/vizove_a_konzularni_informace/aktuality_z_konzularni_a_vizove_oblasti/opatreni_na_uzemi_slovenske_republiky_v.html

 

____________________________________________________________________________________________

Svizzera

Per chi proviene dalla RC o dall'Italia non è più richiesta nè quarantena, nè test o altri documenti ad eccezione della registrazione elettronica (qui) prima del proprio ingresso e soggiorno in Svizzera solo se il viaggio è effettuato con l'aereo. 

Per tutti coloro che fanno ingresso in Svizzera con l'aereo (sia Italia che RC) devono avere un test negativo PCR non più vecchio di 72h o antigenico non più vecchio di 48h all'imbarco e la registrazione elettronica compilata (qui). L'obbligo del test non vale per le persone che possono dimostrare di essere state completamente vaccinate (entrambe le dosi) con un vaccino europeo approvato dall'EMA o che hanno un certificato di guarigione dal Covid (dal primo test PCR positivo che ha accertato la presenza del Covid devono essere trascorsi almeno 11 giorni e non più di 180gg).

Transito: è consentito senza test, registrazione elettronica o quarantena alle persone che hanno reale intenzione e possono dimostrare di lasciare immediatamente il Paese e che continueranno il loro viaggio  e che la loro destinazione finale è in un altro territorio.

Maggiori info: https://www.mzv.cz/bern/en/index.html

 

____________________________________________________________________________________________

Polonia

Per gli ingressi in Polonia dalla RC o dall'Italia è prevista una quarantena di 10 giorni (che inizia il giorno seguente al passaggio del confine). Le restrizioni si applicano a coloro che viaggiano con mezzi pubblici , con mezzi privati e anche a chi attraversa il confine a piedi.

Per tutti i viaggiatori che entrano in Polonia via aereo è inoltre obbligatorio compilare un "Passenger locator form" qui: https://aplikacje.gov.pl/app/klp/#/home

Saranno concesse esenzioni dall'obbligo di quarantena a:

  • persone con un certificato di avvenuta vaccinazione completa al Covid-19 (con vaccino approvato dall'UE) a cui siano trascorsi anche i 14 gg dopo l'ultima dose di vaccino.
  • certificato di guarigione dal Covid entro 180gg. Si consiglia di usare il formato del Certificato EU Covid-19 utilizzato qui https://koronavirus.mzcr.cz/vzory-narodnich-certifikatu/
  • persone provenienti dall'Area Schengen con esito negativo di un test diagnostico al SARS-CoV-2 non più vecchio di 48 ore antigenico o  PCR prima dell'attraversamento del confine. Il risultato deve essere per iscritto in inglese o in polacco.
  • stranieri con permesso di soggiorno permanente o permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo nell'Unione europea e loro coniugi e figli ai fini del transito attraverso il territorio della Polonia verso il luogo di residenza o soggiorno nel territorio di altri Stati membri dell'Unione europea. La Guardia di Frontiera polacca richiede anche in questo caso un test negativo PCR o antigenico non più vecchio di 48h. Si consiglia di consultare la disposizione in vigore e i relativi documenti qui: https://ambvarsavia.esteri.it/ambasciata_varsavia/it/
  • bambini di età inferiore ai 12 anni non devono fare test o quarantena se viggiano accompagnati dai genitori o tutori che sono stati vaccinati completamente o sono in possesso di un test negativo PCR o antigenico.

La Polonia ha proclamato lo stato di emergenza lungo il confine con la Bielorussia: l’introduzione dello stato di emergenza comporta alcune temporanee restrizioni alle normali libertà e diritti vigenti sul territorio polacco-

Maggiori info: https://www.mzv.cz/warsaw/cz/zpravy_a_udalosti/zmeny_v_podminkach_cestovani.html

 

Prima di recarsi all'estero si consiglia di verificare preventivamente anche le condizioni di trasporto attualmente in vigore direttamente con il vettore di trasporto pubblico scelto per il viaggio (aereo, autobus, treno, ecc.). Non si può escludere che i singoli vettori richiedano ai passeggeri di pre-registrarsi elettronicamente prima di iniziare il viaggio, nonché un test negativo per Covid-19 o altre condizioni.

 

Fonte: Camic

Fonte fotografia: Pixabay

 

Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin