close

Login

Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca
  • cs
  • it

Nicola Martelli: i clienti in questo periodo ci sono stati vicini

07.06.2021

Con la nuova fase di allentamento ci sono anche maggiori possibilità di organizzare eventi. La riapertura quindi riguarda anche società di catering come Italian Food Prague specializzata in ingredienti e piatti italiani. Ne abbiamo parlato con il titolare Nicola Martelli.

 

Come vi siete preparati alla riapertura? 

Durante il lockdown abbiamo fatto diversi investimenti, ampliato il laboratorio e il magazzino e comprato nuove attrezzature. Abbiamo anche svolto nuove collaborazioni con realtà diverse dalla nostra per rispondere meglio alla domanda che riceviamo. Ho molto apprezzato, che i nostri clienti, che spesso sono anche amici, in questo periodo non ci hanno mai abbandonato. Una chiamata per sapere come stavamo è sempre arrivata. È stato molto importante sapere che c’erano dei clienti che aspettavano il nostro ritorno.
Quale è stata la reazione alla riapertura? 

Noi siamo stati operativi da subito con primi eventi nei giorni successivi all’allentamento. Abbiamo ricevuto parecchi ordini per il mese di giugno e abbiamo già diverse date riservate per i mesi di luglio, agosto e settembre. Gli ordini sono arrivati quindi con minore anticipo rispetto alle consuetudini. Non solo le persone hanno voglia di ricominciare a uscire e incontrarsi, ma le aziende hanno rimandato molti eventi, che ora vogliono tenere.

 

Avete invece riscontrato difficoltà sul versante organizzativo, ad esempio del personale? 

Tocchiamo un tasto dolente. Per il carattere della nostra attività abbiamo una parte significativa dei dipendenti con contratto interinale, che ora è molto difficile da trovare. Inoltre non ci aspettavamo una riapertura così rapida, che ci ha colto un po’ di sorpresa. Avevamo anche dipendenti stranieri, che sono rientrati nel loro Paese, e che ora sono difficili da sostituire.

 

Fonte: Italian Food Prague

Fonte foto: Italian Food Prague

right
left
Share on FacebookShare on TwitterShare on Linkedin